CLICK HERE FOR TRANSLATION

lunedì 2 dicembre 2013

dressing in the rain

Care amiche,
oggi è una di quelle classiche giornate piovose, fredde e grigie, una di quelle giornate in cui bisognerebbe alzarsi dal letto solo per prendere un' altra coperta e tornare a dormire al caldo.
Purtroppo invece, tutte, chi prima e chi dopo, dobbiamo svegliarci e lasciare il tepore de nostro amato letto per andare a scuola, a lavoro, in ufficio, accompagnare i bambini a scuola, fare la spesa o magari recarci in biblioteca per preparare la tesi.
Non esiste caffè abbastanza potente per svegliarci a dovere, il freddo ci impigrisce e ci rende spesso nervose e scure in volto, la domanda è la solita: " e stamattina coma mi metto?!"
Capisco, la voglia di prepararci e vestirci al meglio è poca e tendiamo spesso a "sacrificare" l' estetica in favore della comodità, soprattutto per affrontare il freddo pungente e la fastidiosa pioggia; così ho studiato vari look, adatti per varie occasioni, sperando di aiutarvi a risolvere almeno uno dei problemi mattutini.
Donne pigre ed indaffarate, in questi giorni di pioggia e mal tempo al vostro look antigelo iperfemminile.. ci penso io, voi.... cominciate ad aprire l' armadio.







cominciamo da questo primo outfit che ho realizzato pensando ai colori dell' autunno e ad un modo per camminare con classe ed eleganza anche sotto la pioggia senza dimenticare la comodità. Il Capo Base è un classico trench inglese, ideale per la pioggia ma allo stesso tempo un evergreen chic e pratico. Se possedete un trench, provate ad imitare il modello da me proposto , sostituendo la classica cintura da trench con una in cuoio, proprio come quella dell' immagine.
La gonna a ruota con fantasia a  fiori sui toni  caldi del castagna del beige e dell' ambra, ricorda perfettamente i colori predominanti nelle strade delle città, laddove la neve non arriva. Ho abbinato sopra una camicia  cioccolato con colletto alla coreana. Ovviamente, come ripeto spesso nei miei post potete sostituire i capi scelti da me con altri che possono riprenderne gli accostamenti cromatici, quindi se non avete la stessa gonna a fiori, non precipitatevi a trovarne una simile, basterà sostituirla magari con una gonna marrone in ogni sua sfumatura o una semplice gonna nera. Oppure, ancora sostituitela con un abitino a fiori come ho fatto io...




Per completare il look stivali in cuoio invecchiato con suola di gomma antiscivolo e borsa in cuoio leggermente più chiara o magari nella stessa texture scelta per la cintura del trench o per gli stivali.





Pioggia+scuola o università= abbigliamento disastroso.
Spesso l' accoppiata maltempo e sonno mattutino, portano molte ragazze a scegliere la prima cosa che capita e spesso il guazzabuglio di colori e tessuti scelti, viene coperto da terribili piumini effetto omino Michelen. Per stare calde e comode non c' è bisogno di rinunciare alla moda o quanto meno all' ordine, basta puntare su colori neutro, con cui è difficile sbagliare e facile valorizzarsi.
Capo Must di tutte la ragazze è il jeans  di cui, in questo caso, non importa la texture del denim o il taglio poichè lo abbineremo alla felpa grigio chiaro che possiamo rendere più preziosa con un colletto particolare bianco o silver. Combattiamo la pioggia e il rischio "calzino bagnato al piede per otto ore" con stivali modello Hunter, prettamente per la pioggia,quindi di gomma e piuttosto lunghi di gamba. Non dimenticate di indossarli con calzini spessi e caldi poichè gli stivali da pioggia, riparano dall'acqua ma tendono a non riscaldare il piede. Sopra copritevi con un bomber.
ATTENZIONE PERICOLO BOMBER: ECCO ALCUNE DRITTE:
-SCEGLIETELO AVVITATO
- EVITATE BOMBER E PIUMINI CHE HANNO PARTICOLARI IMBRACATURE O IMBOTTITURE INGOMRANTI CHE POTREBBERO FARVI SENTIRE GOFFE
- PREFERITELO CON POLSINI ALLE MANICHE

 quello che ho scelto io è rivestito in pelle, con cappuccio ed è piuttosto femminile.
Per la borsa, preferitene una antipioggia, una specie di bomber bag, di quelle morbide con imbottitura e impermeabili in modo da evitare che libri e quaderni si possano bagnare.







Se invece, non avete alcuna intenzione di indossare bomber e piumini e vi concedete facilmente al freddo piuttosto che indossare imbottiture di vario tipo allora vi propongo un' alternativa al cappottino classico in lana o panno.. provate la pelliccia ecologica, ovvero la famosa " finta pelliccia" che NON SIA DI VERO ANIMALE, proposta a costi MOLTO CONTENUTI, anche da brand low cost "(Zara, H&M, Pull&Bear..)
Pensate sia troppo da "nonnetta"? provate il modello corto proprio come faccio io
Primo outfit ideale per le ragazze più giovani: skinny jeans, pull in lana color cipria e cardigan in lana color sabbia, da abbinare ad un pellicciotto cipria, come quello che ho scelto ma anche in altri colori chiari come il beige o il bianco stesso. Al piede comode scarpe modello Timberland che tutte conosciamo, sostituibili con stivali Ugg o biker cuoio. Oppure sempre per la scuola o l'università, leggings neri e maxipull, in lana con cardigan sabbia in tweed.






Quest' altro outfit, pensato per donne mature è ideale per il lavoro e come potete vedere ho scelto un pellicciotto nero abbinato ad un abitino di ciniglia bordeaux, un colore che amo durante le stagioni fredde, da indossare con collant coprenti neri. Se non volete rinunciare al tacco, nonostante pozzanghere e asfalto scivoloso, l' ideale è questo modello di calzatura, la cosiddetta francesina, in velluto, con lacci e con tacco non eccessivamente alto che slancia ugualmente la figura. Ho pensato che questo look elegante e classico sarebbe stato perfetto se completato da un basco di lana che da subito un' aria parigina.. così romantica e chic.

Spero di essere stata utile per tutti, se volete chiarimenti o consigli su cosa indossare in altre occasioni non esitate a contattarmi!
buon inizio di dicembre amiche, vi abbraccio.
p.s. Ah.. E non dimenticate l' ombrello!!!!